Tu sei qui: Home News Premio Nansen per Corridoi umanitari

Premio Nansen per Corridoi umanitari

Tavola Valdese e FCEI: «Dedichiamo questo riconoscimento alle persone che muoiono in mare e nei lager libici e che vorremmo arrivassero in sicurezza in Europa»

 

«Siamo orgogliosi e onorati di ricevere questo prestigioso premio – dichiarano Luca Maria Negro, presidente della Federazione delle chiese evangeliche in Italia, e la moderatora della Tavola valdese Alessandra Trotta - . I corridoi umanitari sono un'esperienza e un progetto nel quale crediamo molto e che pensiamo possa essere di esempio, come buona pratica, per tutta Europa, come già in parte avviene.»

Istituito nel 1954, il Premio Nansen per Rifugiati dell'UNHCR viene conferito ogni anno ad una persona o un'organizzazione che si è dedicata ad assistere le persone costrette a fuggire dalle loro case. Il Premio prende il nome da Fridtjof Nansen, esploratore polare e umanitario norvegese che ha ricoperto per primo l'incarico di Alto Commissario per i Rifugiati per la Società delle Nazioni, dal 1920 al 1930. Attraverso la sua lunga lista di vincitori più o meno noti, il Premio si propone di ricordare i valori di perseveranza e tenacia di fronte alle avversità che hanno guidato Nansen durante il suo mandato.

Vedi il communicato della Chiesa valdese in Italia

archiviato sotto: ,

Giornali_bordo

Come trovarci

Umgebungsplan klein

Aemtlerstrasse 23, 8003 Zürich

Dalla stazione centrale la Zwinglikirche è raggiungibile con il tram no. 14, in direzione Triemli. Scendere alla fermata Goldbrunnenplatz.

Vi si può arrivare anche con il bus no. 72. In tal caso scendere alla fermata Zwinglihaus.

Markierung_Karte map.search